Covenant of Mayors
  Newsletter trimestrale del Patto Ultime notizie  
       
 
Alcuni suggerimenti sulla Energy Performance Contracting
Quest'anno la Commissione europea ha lanciato la "[Energy Performance Contracting->http://ec.europa.eu/energy/efficiency/financing/campaign_en.htm]" (EPC) in cooperazione con l'Ufficio del Patto dei Sindaci. In tale contesto, l'Ufficio del Patto organizza mensilmente degli incontri specifici sul tema per ciascun Paese e ha inoltre partecipato, lo scorso gennaio, alla [conferenza ESCO 2013->http://2013.esco-europe.com]. Tali attività offrono l'occasione di comprendere meglio il quadro normativo dell'EPC, oltre che le sue sfide e opportunità.
 
   

Secondo un primo bilancio, occorre notare che normalmente lo sviluppo del progetto ESCO prevede un’attesa di 8-12 mesi prima che possa essere presa una decisione positiva o negativa da inserire in seguito nel contratto. La maggior parte degli interessi di ESCO si trova nel settore pubblico. I regolamenti sugli appalti pubblici hanno pertanto un maggiore impatto sull’utilizzo dell’EPC.

In tale contesto, i maggiori ostacoli riguardano:

  • la mancanza di informazione sulle strutture/edifici oggetto della gara;
  • la natura degli appalti pubblici;
  • l’incertezza sulla struttura legislativa (stabilità e prevedibilità della regolamentazione sono la chiave per investimenti di successo).

Un sondaggio effettuato presso 1.000 comuni in Germania ha recentemente rivelato che meno del 15% di essi possiede un sistema di energia funzionante con almeno un controllo mensile su consumi ed eventuali installazioni, sebbene questo sia un prerequisito cardine dei contratti EPC.

Stando ai fatti, l’Unione europea è in grado di raggiungere solo il 20% del suo potenziale di efficienza energetica. È pertanto cruciale che i governi nazionali ed i comuni facciano il possibile per ottenere i risparmi necessari.

A titolo di esempio, l’edificio del programma RE:FIT di Londra ha un risparmio energetico medio del 20% (con più di 100 edifici coperti sino ad ora) grazie al supporto fornito nella preparazione dei progetti e la selezione dei fornitori.

 
     
    >> Newsletter mensile del Patto Aprile 2013 << (304 visits )  
     
Siamo su:
Twitter Facebook
Covenant of Mayors
  Solamente l’Ufficio del Patto dei Sindaci è responsabile per il contenuto di questa Newsletter. Non necessariamente rispecchia l’opinione dell’Unione Europea. La Commissione Europea non è responsabile per alcun uso che può essere fatto delle informazioni qui contenute. Il Patto dei Sindaci è stato istituito con il supporto finanziario della Commissione Europea e consiste di cinque associazioni di autorità locali europee: Energy Cities, Climate Alliance, Eurocities, CEMR, and Fedarene.

Tradotto nel quadro del Progetto Leonardo LDP III - Patto Nord Barese Ofantino

Iscriviti / Cancellati dalla newsletter.
European Union  
 
Covenant of Mayors